A.N.S.I.TO.

C onvegno E DUCAZIONE, C OMUNICAZIONE E L INGUA DEI S EGNI I TALIANA

www.istruzionepiemonte.it/?p=27743

AI DOCENTI VERRÀ RILASCIATA UNA DICHIARAZIONE DI PARTECIPAZIONE UTILE AI FINI DELL’ESONERO DALL’OBBLIGO DI SERVIZIO

Palazzo di San Martino di San Germano, Piazza Castello, 99 - Torino

Organizzato dall’Associazione Nazionale Scuola Italiana di Torino (A.N.S.I.TO2) Polo Didattico dell’Università Telematica Pegaso

Il convegno “Comunicazione, Educazione e Lingua dei Segni”, che ci si propone di realizzare, nasce come occasione per far convergere all’interno di un unico evento tutte le diverse professionalità coinvolte nell’ambito della comunicazione della Lingua Italiana dei Segni (LIS), laddove la prassi tende a settorializzare la problematica

Unire l’ambito medico a quello educativo, quello psico-pedagogico a quello sociologico e a quello dell’interpretariato è un obiettivo ambizioso ma doveroso, al fine di elaborare un progetto che non si sleghi dalla visione olistica della persona.

La possibilità, proposta dall’Associazione Nazionale Scuola Italiana di Torino (A.N.S.I.TO2), Polo didattico dell’Università Telematica Pegaso, offre l’occasione di porre tutti questi contributi in un unico e dedicato contenitore, fornendo alla questione uno spazio che finora non sempre ha avuto. La situazione attuale della LIS riflette l’estrema frammentazione lessicale e morfo-sintattica della lingua Italiana verbale, la quale risente ancora di varianti lessicali, forme geo-locali, pregiudizi e stereotipi. Per quanto riguarda le forme lessicali differenti, tutto parte dalla necessità che diventino sinonimi a tutti gli effetti, intellegibili in tutti i territori senza che vengano cancellate a favore di una sola forma; l’obiettivo è che la lingua diventi maggiormente omogenea.

Auspichiamo che il convegno “Comunicazione, educazione e lingua italiana dei segni”, in linea con questi bisogni socio-formativi, possa diventare foriera di spunti utili e buone prassi.

Ciò esige da parte:

  • degli insegnanti prassi sempre nuove, soluzioni originali, adattate ai singoli studenti e ai contesti, dal punto di vista didattico-pedagogico, comunicativo e relazionale
  • dei dirigenti scolastici un'istituzione attenta ad ogni dettaglio, ad ogni aspetto organizzativo
  • delle famiglie partecipazione e collaborazione con il sistema scolastico sul progetto educativo per il proprio figlio della comunità scolastica l'individuazione e la valorizzazione di tutti gli elementi utili a costruire un intervento coordinato di risorse e di possibilità di azioni
  • del territorio della costruzione di un lavoro di rete ben coordinato e che valorizzi quanto più la persona.

Tale evento formativo, dunque, è rivolto in primis agli insegnanti, educatori e agli studenti, come pure agli psicologi, logopedisti, medici, infermieri, fisioterapisti, psicomotricisti, ma anche, e soprattutto, alle famiglie, le prime direttamente coinvolte in un percorso in divenire che necessita di un orientamento sempre più concreto, tangibile e professionale.

Esperti e studiosi illustreranno il sistema comunicativo della lingua dei segni con i suoi punti di forza e di debolezza. I rappresentanti dell’Ateneo esporranno i presupposti teorici e scientifici.

Verranno invitati insegnanti e alunni delle scuole affinché portino la propria testimonianza ed espongano le criticità riscontrate nella realizzazione dei percorsi.

La partecipazione al convegno è gratuita, ma è necessario iscriversi online inviando i propri dati alla Segreteria Organizzativa all'indirizzo email eventi.ansito2@gmail.com;
verrà data conferma di iscrizione fino ad esaurimento posti (max 100)

14 - 18 m aggio 2015 - S alone i nternazione del l ibro di t orino

Share by: